Ottenere un supporto finanziario per gli studi, a condizioni e tassi agevolati. A patto, però, di impegnarsi con la massima determinazione e ottenere ottimi risultati accademici. È questo, in sintesi, il concetto chiave alla base del progetto “Diamogli credito”, sponsorizzato dal ministero delle Politiche giovanili, dal ministero per le Riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione, dal ministero dell’Università e della ricerca e dall’Associazione bancaria italiana. Il protocollo d’intesa offre agli studenti un credito agevolato per pagare l’iscrizione all’Università o a un master,per partecipare a un programma Erasmus, per fronteggiare le spese di alloggio e persino per acquistare un notebook con connessione wireless. I requisiti per usufruire del progetto “Diamogli credito”? Avere residenza in Italia, un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, e conseguire una serie di concreti risultati di studio. Chi richiede un aiuto economico per l’iscrizione al primo anno di università deve avere ottenuto una votazione minima di 80/100 all’esame di maturità; chi vuole un contributo per le tasse per gli anni successivi, o per partire con il programma Erasmus, deve avere conseguito almeno i due terzi dei crediti previsti nell’anno precedente, con una media accademica minima di ventiquattro trentesimi. Concretamente, il progetto Diamogli credito mette a disposizione degli studenti un fondo di garanzia pari a 13 milioni di euro per il triennio 2007-2009, volti a garantire il 50% degli importi concessi da banche e società finanziarie sotto forma di prestito. La cifra dovrebbe essere sufficiente a generare un credito pari a 660 milioni di euro. Ogni singolo studente potrà ottenere un prestito massimo di 6mila euro a tassi agevolati, e senza bisogno di ulteriori garanzie rispetto a quella fornita dal fondo pubblico.

www.diamoglicredito.it